Non potevano mancare i Bolgheri rossi all’appello dei 100 vini migliori del mondo, alla degustazione dell’ultimo anno, per gli esperti di Wine Spectator, la celebre rivista di settore americana. C’è un po’ di tutto dentro perché per la filosofia degli editori a stelle e strisce non importa quanto costa un vino. E la Toscana è forte. Tra i cento arrivano due grandi vini della bella Bolgheri che conquistano posizioni prestigiose: Podere Sapaio Bolgheri Volpolo 2012 (il vino base dell’azienda) del produttore veneto Massimo Piccin che si piazza al quarantunesimo posto a cui segue, al settantunesimo, Guado al Tasso Bolgheri superiore 2012 dei Marchesi Antinori. Nella lista ancora Toscana con tanti Brunelli e il Nobile di Montepulciano. Un’altra bella vittoria da portare con orgoglio in casa!

 

Articolo precedenteSOPRA LE FORNACI IL VINO
Articolo successivoLA MIA ANTARTIDE
Divina Vitale
Toscana pura, giornalista nel Dna, ho una laurea in lettere moderne conseguita all’università di Firenze. Non ricordo bene quando ho iniziato a scrivere, ma ero parecchio bassa. I colori e i profumi della natura mi hanno sempre ispirato, la mia valigia è piena di parole… e mi concedo spesso licenze poetiche… Poi è arrivato il vino, da passione a professione. A braccetto con la predisposizione e pratica attiva per i viaggi e la cucina internazionale e ancor più italiana… assaggiare ed assaggiare… sempre. E’ giunto il momento di scriverne, con uno spirito critico attento. Da sommelier ho affinato certe tecniche di degustazione ma quello che conta nel vino,come nella vita, è l’anima. Basta scoprirla. E’ bello raccontare chi fa il vino e come lo fa. Perché il vino è un’inclinazione naturale…